ita | eng

News Archives - Compolab

Anche COMPOLAB farà parte dei soci dell’associazione “ARTES 4.0

Posted by | News | No Comments

Anche COMPOLAB farà parte dei soci dell’associazione “ARTES 4.0”, il futuro Centro di Competenza coordinato dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa sviluppato nell’ambito del Piano nazionale Impresa 4.0. ARTES 4.0 sta per Advanced Robotics and enabling digital TEchnologies & Systems 4.0 che vedrà la sua sede principale a Pontedera, già sede dell’Istituto di Biorobotica della Scuola S. Anna. La collocazione strategica della sede principale, area rilevante dal punto di vista economico e di sviluppo industriale dell’Italia centrale, consentirà di potenziare la collaborazione con aziende partner. Una sinergia che si potrà sviluppare anche mediante laboratori congiunti ad accesso protetto e spazi di ‘social innovation’ ad accesso aperto, con un raggio di azione a competenze e ‘know how’ che provengono da tutta Italia.

ARTES 4.0 opererà nella ricerca applicata, trasferimento tecnologico e formazione sulla robotica avanzata e sulle tecnologie digitali abilitanti collegate, agendo nel quadro degli interventi connessi al Piano nazionale Impresa 4.0.

Una nuova sfida: il progetto “ROBOLAB4.0” (centRo specializzatoO roBotica, autOmazione e tecnologie Additive compolaB 4.0).

Posted by | News | No Comments

Col D.D. n. 11891/2018, tramite il bando sui Protocolli di Insediamento per progetti di impresa nelle Aree di Crisi Complessa della Provincia di Livorno, La Regione Toscana ha deliberato il cofinanziamento del progetto ROBOLAB4.0 . Investiremo oltre mezzo milione di euro in macchine per manifattura additiva metallica e polimerica, in robots antropomorfi e collaborativi, in sistemi di visione/rilevamento posizioni e di ausilio alla creazione delle traiettorie. Con i provider selezionati (Yaskawa per il settore della robotica industriale, SISMA per le tecnologie di stampa additiva metallica e ROBOZE per le tecnologie di stampa polimerica ad alta performance) stringeremo inoltre importanti partnership di tipo strategico per dare a questa nuova idea le più altre possibilità di successo.
Col progetto ROBOLAB4.0 potremo rafforzare la nostra capacità di dominio interno della “filiera” che va dall’idea al prodotto, sia per la progettazione-realizzazione di componenti ottimizzati per il loro utilizzo, sia per i dispositivi impiegati per operazioni di automazione o robotizzazione per rendere le soluzioni quanto più affidabili, performanti, flessibili e coerenti ai paradigmi della “Fabbrica Intelligente” e “Impresa 4.0”. Saremo significativamente più incisivi e efficaci su:

a) evoluzione e innovazione di prodotto: offriremo al cliente soluzioni anche innovative di prodotto in tempi e costi ottimizzati, pronte a recepire le attività necessarie all’industrializzazione e all’ingresso sul mercato, mantenendo la massima riservatezza. Potremo investigare e offrire soluzioni e sperimentarle, partendo da quelle già in uso e verificandone le possibilità di evoluzione.
b) sviluppo e ottimizzazione di processo: potremo soddisfare in maniera sensibilmente più agevole e efficace la richiesta di soluzioni tese alla massimizzazione delle velocità di esecuzione; flessibilità e semplicità di gestione; affidabilità e “facilità” per gli interventi manutentivi; integrazione di sensoristica su parti in movimento o statiche capace di trasmettere dati significativi “di stato”.

Macchine utensili: fatturato 2018 verso quota 7 miliardi

Posted by | News | No Comments

Il fatturato 2018 realizzato dai costruttori di macchine utensili, robot e automazione raggiungerà i 6,9 miliardi di euro, con una crescita del 13,4% rispetto al precedente anno, e raggiungerà quota 7 miliardi nel 2019.
Secondo l’analisi del centro studi di Ucimu – Sistemi per Produrre, il merito di questa crescita va imputato soprattutto allo sviluppo del mercato interno: il consumo di macchine è infatti cresciuto del 25,9% a quota 5.620 milioni, un valore che attesta l’Italia come quarto mercato al mondo. A beneficiare della dinamica del mercato italiano sia le consegne dei costruttori italiani (+21,1%) sia le importazioni (+33,2%).

(fonte InnovationPost)

Riaperto il Bando Regione Toscana per acquisto di servizi qualificati per l’innovazione

Posted by | News | No Comments

La Regione Toscana con DD n. 16807 del 19/10 ha riaperto i termini per la presentazione da parte delle MPMI Toscane di progetti per l’acquisizione di servizi qualificati per l’innovazione (come da Catalogo Regionale relativo). I progetti possono essere candidati a partire dal giorno 17 dicembre 2018 e fino a esaurimento fondi.

Compolab può offrire supporto sia nella fase di project design e sottomissione della proposta di progetto, sia nelle attività di erogazione dei servizi oggetto del progetto, essendo accreditato presso la Regione come fornitore qualficato, fino alle attività di rendicontazione.

Contatti

Riaperto il Bando Regione Toscana per acquisto di servizi innovativi di carattere strategico o sperimentale

Posted by | News | No Comments

La Regione Toscana con DD n. 16807 del 19/10 ha riaperto i termini per la presentazione da parte delle MPMI Toscane di progetti per l’acquisizione di servizi qualificati per l’innovazione (come da Catalogo Regionale relativo) di carattere strategico o sperimentale. Il bando è riservato solo a progetti presentati da almeno 3 MPMI in partenariato.  progetti possono essere candidati a partire dal giorno 17 dicembre 2018 e fino a esaurimento fondi.

L’aiuto è costituito da un contributo a fondo perduto in misura variabile ma significativa.

Compolab può offrire supporto sia nella fase di project design e sottomissione della proposta di progetto, sia nelle attività di erogazione dei servizi oggetto del progetto, essendo accreditato presso la Regione come fornitore qualficato, fino alle attività di rendicontazione.

Contatti

il MISE riapre il bando:
“Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della Vita”

Posted by | News | No Comments

Con Decreto Direttoriale del 27 settembre del 2018, il MISE riapre il bando “Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della Vita.

Si definisce una nuova agevolazione in favore dei progetti di ricerca e sviluppo promossi nell’ambito delle aree tecnologiche: Fabbrica intelligente, Agrifood,
Scienze della vita coerenti con la Strategia nazionale di specializzazione intelligente, approvata dalla Commissione europea nell’aprile del 2016.
L’intervento agevolativo verrà attuato secondo due differenti procedure:- valutativa a sportello, come da decreto ministeriale 1° giugno 2016 (pdf), per i progetti con costi ammissibili compresi tra 800 mila e 5 milioni di euro; – valutativa negoziale, prevista per gli Accordi per l’innovazione, come da decreto ministeriale 24 maggio 2017 (pdf), per i progetti con costi ammissibili compresi tra 5 e 40 milioni di euro.
I soggetti ammissibili sono le imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria (attività di cui all’art. 2195 del c.c., nn. 1, 3 e 5), e i centri di ricerca. Per i soli progetti congiunti (fino a tre, per la procedura a sportello e fino a cinque per quella negoziale), anche gli Organismi di ricerca e, per i progetti del settore applicativo “Agrifood”, anche le imprese agricole che esercitano le attività di cui all’art. 2135 c.c.
Le agevolazioni sono concedibili nella forma del contributo alla spesa e del finanziamento agevolato, in misura coerente con i limiti fissati dal regolamento (UE) n. 651/2014.
All’apertura dei termini per la presentazione delle domande e alla definizione, in particolare, dei relativi modelli e dei criteri di valutazione dei progetti si provvede con due distinti decreti direttoriali, uno per la procedura valutativa negoziale e uno per la procedura valutativa a sportello.
Con decreto direttoriale 27 settembre 2018 sono stati stabiliti i termini e le modalità per la presentazione delle proposte progettuali.
Dal 27 novembre 2018 le imprese potranno presentare, anche in forma congiunta, le proposte progettuali per la realizzazione di attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale d’importo superiore a 5 milioni di euro e fino a 40 milioni.